Aggiornato: 24 maggio 2024
Nome: Nikiforov Vitaliy Sergeyevich
Data di nascita: 13 febbraio 1968
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Tempo trascorso in prigione: 1 Giorno nel centro di permanenza temporanea, 598 Giorni Agli arresti domiciliari
Frase: pena sotto forma di reclusione per 2 anni, con restrizione della libertà per un periodo di 6 mesi, la pena sotto forma di reclusione è considerata condizionale con un periodo di prova per 2 anni

Biografia

Il 3 ottobre 2019, i civili di Cechov, vicino a Mosca, hanno subito persecuzioni per la loro fede: sono state effettuate perquisizioni in diversi indirizzi ed è stato aperto un procedimento penale contro Vitaliy Nikiforov. Il 24 maggio 2021, il tribunale ha dichiarato il credente colpevole e lo ha condannato a 2 anni di reclusione sospesa con un periodo di prova di 2 anni.

Vitaliy è nato nel 1968 nella città di Nevel, nella regione di Pskov, in una famiglia di semplici lavoratori. Ha un fratello maggiore e uno minore. A scuola, Vitaliy era particolarmente bravo nelle scienze esatte. Gli è sempre piaciuta la matematica, ha partecipato alle Olimpiadi scolastiche. Era anche appassionato di pallavolo, ha ricevuto la prima categoria adulti in questo sport.

Dopo la scuola, Vitaliy è entrato nella Scuola Tecnica dell'Aviazione Militare di Kaliningrad, dopodiché ha prestato servizio come tecnico aeronautico nell'aeronautica russa in varie regioni, tra cui il Circolo Polare Artico. Ha preso parte all'operazione antiterrorismo nel Caucaso settentrionale, ha un certificato di veterano di combattimento.

Nel 1990, Vitaliy ha messo su famiglia e un anno dopo la coppia ha avuto una figlia.

Nel 2005, quando Vitaliy conobbe per la prima volta la Bibbia, si rese conto della necessità di cambiare la sua vita. Era determinato a diventare di nuovo un marito fedele per sua moglie, a smettere di bestemmiare e a superare la dipendenza dall'alcol. Non è stato facile cambiare, ma col tempo ci è riuscito.

Nel 2007 si è ritirato dall'esercito. Per qualche tempo visse con la sua famiglia a Pskov, Smolensk e San Pietroburgo, poi si trasferì a Čechov, dove ricevettero alloggi dipartimentali. Trovò lavoro come ingegnere elettronico nella vicina Podolsk. Appassionato di radio e auto, ama anche pescare.

Casi di successo

Il procedimento penale avviato nel settembre 2019 contro i residenti di Cechov Yuri e Zinaida Krutyakov, Konstantin Zherebtsov e Vitaly Nikiforov si basava sulla testimonianza di un ufficiale dell’FSB che fingeva di essere interessato alla Bibbia. La notte del 3 ottobre 2019, le forze di sicurezza hanno fatto irruzione nelle case dei credenti con perquisizioni. Zherebtsov, Nikiforov e Krutyakova sono stati posti agli arresti domiciliari. Più tardi, Yuriy è stato portato al centro di detenzione preventiva. Vi rimase per 445 giorni; La sua vista peggiorò bruscamente. Nel gennaio 2021 sono iniziate le udienze presso il tribunale della città di Cechov della regione di Mosca. Il pubblico ministero ha chiesto la sospensione condizionale della pena da 2 a 6 anni per i quattro imputati. Il 24 maggio, il giudice Iryna Pantela ha concesso ai credenti una pena sospesa: Yuriy – 6 anni, Zinaida – 2 anni e 3 mesi, Konstantin – 2 anni e 2 mesi, Vitaliy – 2 anni. A tutti sono stati inoltre concessi vari periodi di prova. Il 20 luglio 2021 il Tribunale regionale di Mosca ha confermato il verdetto e il 13 gennaio 2022 la Corte di Cassazione non ha accolto l’appello dei fedeli.