Aggiornato: 18 aprile 2024
Nome: Netreba Artur Vyacheslavovich
Data di nascita: 6 febbraio 1978
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Tempo trascorso in prigione: 2 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 330 Giorni nel centro di detenzione preventiva
Frase: sanzione sotto forma di multa per un importo di 300.000 rubli

Biografia

Il 3 dicembre 2019, a Lipetsk, tre civili sono stati imprigionati a causa delle loro opinioni religiose. Uno di loro è Arthur Netreba. Cosa sappiamo di quest'uomo?

Artur nasce nel 1978 nella città di Glodeni (Moldavia) in una famiglia di costruttori. Arthur è il figlio di mezzo della famiglia, ha una sorella maggiore e un fratello minore.

Di professione, Arthur è un operatore di produzione di zucchero, meccanico part-time di seconda categoria. In questa posizione, ha lavorato in uno zuccherificio per più di 10 anni.

Artur conosceva la sua futura moglie Svetlana dai tempi della scuola e nel 1995 si sono sposati. Di lì a poco nacque la figlia Valeria. A Glodeni, Svetlana ha lavorato come tecnologa e controllore della qualità della sartoria in una fabbrica di abbigliamento. In seguito, la coppia decise di trasferirsi a Lipetsk in cerca di lavoro. Qui Arthur ha imparato la professione di responsabile delle vendite, Svetlana ha trovato lavoro come amministratrice, anche Valeria ha trovato lavoro dopo essersi diplomata.

Un giorno, Arthur si interessò alla Bibbia e si rese conto che la vita assume un vero significato se si vive secondo le leggi di Dio. A quel tempo, Arthur non poteva immaginare che una ricerca spirituale lo avrebbe portato sul banco degli imputati con l'accusa di un grave crimine.

In relazione al procedimento penale e all'incarcerazione di Artur in un centro di detenzione preventiva, sono iniziate le difficoltà finanziarie della famiglia, perché lui è il principale capofamiglia e Svetlana non può lavorare per motivi di salute. I parenti dei coniugi sono molto preoccupati e perplessi su come la religione possa causare un procedimento penale.

Casi di successo

Nel dicembre 2019, tre pacifici residenti di Lipetsk - Artur Netreba, Alexandr Kostrov e Viktor Bachurin - sono finiti dietro le sbarre, dove hanno trascorso quasi un anno. L’investigatore dell’FSB considerava la conduzione di “riunioni religiose”, la risoluzione di “questioni di natura religiosa” e il “servizio pastorale” “un grave crimine contro l’ordine costituzionale”. I fedeli sono stati accusati di aver partecipato all’attività di un’organizzazione estremista. Nel dicembre 2020, il caso è andato in tribunale. Il procuratore ha chiesto 4 anni di carcere e 8 mesi di libertà per i credenti. Nel novembre 2021, il tribunale li ha dichiarati colpevoli e ha inflitto a tutti e tre una multa di 500 mila rubli, che è stata ridotta a 300 mila rubli, poiché gli imputati hanno trascorso quasi un anno in custodia cautelare. La corte d’appello, e successivamente la corte di cassazione, confermarono il verdetto.