Aggiornato: 22 luglio 2024
Nome: Korolchuk Sergey Stanislavovich
Data di nascita: 22 ottobre 1967
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 2 Giorni nel centro di permanenza temporanea
Limitazioni attuali: Sospensione condizionale della pena
Frase: pena sotto forma di 6 anni di reclusione con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni pubbliche per un periodo di 5 anni e con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno, la pena sotto forma di reclusione è considerata condizionale con un periodo di prova di 4 anni

Biografia

A Ussuriysk (Territorio di Primorye), Sergey Korolchuk divenne un nuovo bersaglio di procedimenti penali per la sua fede. Cosa sappiamo di lui?

Sergey è nato nel 1967 a Vladivostok. Ha una sorella maggiore, i genitori e un fratello sono deceduti. In gioventù era appassionato di vari sport, del disegno e della pesca. Si diplomò alla Scuola Militare Superiore e prestò servizio nelle truppe del KGB dell'URSS. Dopo il congedo dall'esercito, ha lavorato come caricatore e operatore di macchine nell'industria del mobile. Negli ultimi anni, Sergey faceva il bidello. Nel tempo libero ama giocare a calcio e a pallavolo, andare a pescare, allevare conigli.

Nel 1989, Sergey ha sposato Elena. Per qualche tempo hanno vissuto in Ucraina e in Germania, ma in seguito hanno deciso di tornare al Primorsky Krai, dove vivevano prima. La coppia ha cresciuto una figlia e un figlio, hanno una nipotina piccola. Studiano la Bibbia da molti anni e hanno instillato l'amore per essa nei loro figli. Sergey apprezza il fatto che questo libro spieghi in modo semplice e chiaro ciò che sta accadendo nel mondo e dia una ragionevole speranza per il futuro.

La persecuzione ebbe un profondo impatto sulla vita di Sergej e della sua famiglia. Ha perso il lavoro. Colleghi, amici e parenti sono perplessi sul perché questa persona pacifica e rispettabile possa essere perseguitata. Conoscenti e vicini lo caratterizzano solo sul lato positivo. Sergey e la sua famiglia stanno cercando di rimanere ottimisti e sperano che l'ingiusta persecuzione finisca.

Casi di successo

Nel giugno 2019 nella città di Ussuriysk sono state condotte perquisizioni nelle case dei pacifici cittadini Sergey Korolchuk e Dmitriy Tishchenko. Le perquisizioni sono state condotte a causa di un procedimento penale ai sensi dell’articolo 282.2(1) del codice penale della Federazione Russa avviato da E. Marvanyuk, l’investigatore del Comitato investigativo della Federazione Russa per il territorio di Primorsky. Il terzo imputato era Anton Chermnykh, padre di un bambino piccolo. Il caso si basava sulla testimonianza dell’ufficiale dell’FSB K. Rusakov, che per circa un anno seguì i credenti e ascoltò le conversazioni telefoniche di Tishchenko. Secondo l’opinione degli inquirenti, incontrando amici in un caffè per discutere della Bibbia, gli uomini hanno commesso “un crimine contro le fondamenta dell’ordine costituzionale e la sicurezza dello Stato”. I fedeli sono stati agli arresti domiciliari per quasi tre anni. Nel settembre 2020, il giudice Dmitry Babushkin ha iniziato a esaminare il caso presso il tribunale distrettuale di Ussuriysky. La difesa ha sottolineato che il testimone chiave ha fornito una falsa testimonianza e l’esperto Oleshkevich ha tratto una conclusione parziale e incompetente. Il 30 novembre 2022, il giudice ha dichiarato i credenti colpevoli e ha inflitto loro sei anni di reclusione con sospensione della pena, e nel maggio 2023 la corte d’appello ha confermato questa decisione.