Aggiornato: 12 aprile 2024
Nome: Khorikov Yuriy Aleksandrovich
Data di nascita: 14 settembre 1967
Stato attuale: Accusato
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1), 282.3 (1)

Biografia

Yuriy Khurikov, pensionato del ministero dell'Interno ed ex dipendente del servizio di sicurezza economica, è stato processato per aver creduto in Geova Dio insieme a suo figlio Roman.

Yuriy è nato nel 1967 nel villaggio di Dolinskoye (Ucraina). Ha una sorella minore. Il padre lavorava in fabbrica come saldatore, la madre come operatrice del locale caldaie.

In gioventù, Yuriy era appassionato di sport: era impegnato nella boxe. Dopo la scuola, è entrato nella Scuola Superiore di Armi Combinate Politico-Militari di Novosibirsk e si è diplomato nel 1988.

Yuriy ha un ricco curriculum: per due anni è stato segretario del comitato del Komsomol del campo di addestramento nella città di Berdyansk; dal 1990 al 1992 è stato assistente del capo del dipartimento politico della Scuola militare unita di Simferopol in Crimea; poi ha lavorato per qualche tempo nel dipartimento di investigazione criminale; dal 2006 al 2021 ha lavorato nel servizio di sicurezza economica di una banca di Surgut, da dove Yuriy ha dovuto dimettersi a causa delle accuse di estremismo mosse contro di lui.

Yuriy incontrò la sua futura moglie, Irada, quando era uno studente a Novosibirsk. Lui era un cadetto militare e lei una studentessa dell'Istituto Pedagogico. Nel 1987 i giovani si sono sposati. Irada ha lavorato come maestra d'asilo, poi come operatrice di una sala caldaie. I Khorikov hanno due figli. Il figlio maggiore è sposato e la figlia va ancora a scuola. Entrambi i coniugi sono già in pensione. Amano camminare, chiacchierare con gli amici nella natura e risolvere cruciverba giapponesi.

Yuriy pensava spesso al senso della vita. Le sue opinioni cambiarono dopo aver conosciuto la Bibbia. Secondo lui, fu allora che sentì pace e tranquillità nel suo cuore. Nel 2004 ha seguito la moglie sulla via cristiana.

Il coronavirus ha influito sulla salute di Yuriy e il procedimento penale e il licenziamento in relazione ad esso hanno aumentato le preoccupazioni. La famiglia cerca di non perdere l'ottimismo e di sostenersi a vicenda in questo momento difficile.

Casi di successo

Nel febbraio 2019, dopo una serie di perquisizioni a Surgut, accompagnate da torture e percosse, Yevgeny Kozak è diventato imputato in un procedimento penale per la sua fede. È stato accusato di aver partecipato e finanziato le attività di un’organizzazione estremista. In seguito, nell’ambito del procedimento penale, le forze dell’ordine condussero diverse altre perquisizioni nelle case dei testimoni di Geova. Nel luglio 2023, anche Valentina Alekseyeva e Kirill Severinchik sono stati perseguiti ai sensi dell’articolo sulla partecipazione alle attività di una comunità vietata, e Yuriy e Roman Khorikov sono stati accusati di averne organizzato le attività e il finanziamento.