Aggiornato: 24 maggio 2024
Nome: Ermolaev Vladimir Vladimirovich
Data di nascita: 12 ottobre 1988
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 2 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 106 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 51 Giorni Agli arresti domiciliari, 612 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di reclusione per un periodo di 6 anni e 6 mesi con l'esecuzione di una pena in una colonia correzionale di regime generale, con privazione del diritto di impegnarsi in attività di leadership in organizzazioni pubbliche per un periodo di 6 anni, con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno e 6 mesi
Attualmente trattenuto a: Penal Colony No. 3 in Trans-Baikal Territory
Indirizzo per la corrispondenza: Ermolaev Vladimir Vladimirovich, born 1988, IK No. 3 in Trans-Baikal Territory, Ugdanskiy pr-d, 61, Chita, Russia, 672000

Lettere di sostegno possono essere inviate in formato cartaceo a mezzo «zonatelecom».

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Nel febbraio 2020, Vladimir Ermolaev e sua moglie, Valeriya, sono stati svegliati da un gruppo di forze di sicurezza che hanno preso d'assalto il loro appartamento a Chita. A motivo della sua fede in Geova Dio, Vladimir fu arrestato e poi messo agli arresti domiciliari. Per più di un anno, un credente pacifico è stato costretto a difendere il suo buon nome in tribunale e nel giugno 2022 il tribunale lo ha condannato a 6,5 anni di carcere.

Vladimir è nato nel 1988 a Kurdzhinovo, un villaggio della Karačaj-Cherkessia, dove negli anni '70 un'intera comunità di testimoni di Geova si trasferì dalla Siberia. Tutta la grande famiglia di Vladimiro in quattro generazioni professa questa religione. Ha tre fratelli e una sorella.

I genitori credenti hanno instillato nei loro figli alti standard morali e rispetto per il lavoro. Vladimir ha guadagnato i suoi primi soldi quando era ancora alle elementari: raccoglieva fiori di bosco e li vendeva. Oltre all'istruzione generale, si è diplomato in una scuola d'arte per bambini e ha continuato a sviluppare le sue capacità creative presso il collegio della città di Georgievsk nella regione di Stavropol, dove ha imparato la specialità "tecnico-architetto". Nello stesso luogo, Vladimir ha completato un corso di formazione in interior design.

A causa delle convinzioni pacifiste, invece del servizio militare, Vladimir si sottopose al servizio civile alternativo (ACS) nel dispensario per la tubercolosi nella città di Irkutsk, dove lavorò come custode e tuttofare. Quando la televisione di Irkutsk ha mandato in onda un servizio su "servire alternativamente Vladimir Ermolaev", era già responsabile del magazzino dell'ospedale. Dopo essersi laureato all'ACS, Vladimir ha lavorato come restauratore di prodotti in legno, compresi oggetti d'antiquariato, dando una seconda vita a strumenti musicali e mobili.

Nel 2014, Vladimir ha sposato Valeriya, che condivide le sue idee religiose. Dopo il matrimonio, la famiglia si trasferì a Chita, dove fecero molte nuove amicizie. Valeriya è una parrucchiera e truccatrice professionista. Ama cantare, ballare, da qualche tempo studia canto. Insieme, gli Ermolaev amano fare escursioni. Prima dell'accusa, amavano viaggiare.

Nonostante il procedimento penale, Vladimir mantiene un atteggiamento positivo. Parlando in tribunale poco prima della sentenza, ha sottolineato: "Anche se dovessi essere condannato, questo non mi impedirà di credere in Geova Dio. Se il tribunale deciderà di privarmi della mia libertà, andrò in prigione come Testimone di Geova e ne uscirò come Testimone di Geova!"

Casi di successo

Vladimir Ermolaev, Aleksandr Putintsev, Sergey Kirilyuk e Igor Mamalimov sono stati processati per la loro fede nel 2020, quando le forze di sicurezza hanno effettuato 50 perquisizioni a Chita e in altre città della Transbaikalia. Durante il raid, diversi fedeli sono stati arrestati e due sono stati torturati. Mamalimov, Kirilyuk ed Ermolaev sono stati rinchiusi in un centro di detenzione temporanea, dove hanno trascorso diversi giorni. A un certo punto, altri quattro credenti sono stati sospettati nel caso, ma il loro procedimento penale è stato interrotto. Per aver tenuto funzioni religiose pacifiche, il Comitato investigativo della Federazione Russa ha accusato Ermolaev, Putintsev, Mamalimov e Kirilyuk di aver organizzato l’attività di un’organizzazione estremista. Nonostante il fatto che non ci fossero vittime nel caso e non ci fossero prove di crimini contro lo Stato e l’individuo, nel 2022 il tribunale ha condannato Vladimir Ermolaev, Aleksandr Putintsev e Igor Mamalimov alla reclusione in una colonia penale per 6-6,5 anni e Sergey Kirilyuk a 6 anni sospesi. La corte d’appello ha confermato il verdetto. Le corti d’appello e di cassazione non hanno modificato questo verdetto.