Aggiornato: 12 aprile 2024
Nome: Chesnokov Vladimir Aleksandrovich
Data di nascita: 21 marzo 1959
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Frase: sanzione sotto forma di multa di 400.000 rubli

Biografia

Nel giugno 2021, un pacifico pensionato di Cheboksary, Vladimir Chesnokov, è stato accusato di aver organizzato attività estremiste. La ragione era la sua pacifica attività religiosa, che si esprimeva nella trattazione della Bibbia.

Vladimir è nato nel marzo del 1959 nel villaggio di Bakhmutovo (Chuvashia). Il padre lavorava come autista, la madre come contabile. I genitori non sono più in vita. Vladimir è cresciuto con suo fratello maggiore Nikolay, scomparso nel 2020. Da bambino, Vladimir era appassionato di calcio, pallavolo e hockey, partecipava a competizioni scolastiche, studiava nella sezione acrobatica. La sera gli piaceva leggere.

Nel 1980, dopo essersi diplomato alla Scuola Militare Superiore di Frontiera Alma-Ata, intitolata a F. E. Dzerzhinsky, Vladimir ricevette il grado di tenente. Nello stesso anno sposò Nina. Dal matrimonio nacquero due figli

Fino al 1993, Vladimir ha prestato servizio nelle truppe di frontiera dell'Ucraina. Durante il servizio, apprese la promessa biblica che gli uomini "trasformeranno le loro spade in vomeri e le loro lance in falci: il popolo non alzerà la spada contro il popolo e non imparerà più a combattere". Ciò spinse Vladimir a dimettersi dalle forze armate. Si ritirò e tornò nella sua nativa Cheboksary. Lo studio della Bibbia aiutò Vladimir a trovare il senso della vita e lo convinse anche dell'esistenza di Dio. Alla fine del 1993 è diventato cristiano.

Dal 2000 al 2008, Vladimir ha lavorato come fuochista. Si è dimesso a causa del peggioramento della salute. Cerca di stare più spesso nella natura. Prima della pandemia, andava regolarmente a nuotare. Recentemente ho iniziato a studiare l'inglese. La moglie di Vladimir, Nina, è in pensione, ma lavora ancora come infermiera. Gli sposi amano camminare insieme, cucinare, lavorare in campagna.

Il procedimento penale ha influito sulla salute di Vladimir. A causa dello stress notturno, c'è difficoltà a respirare, aumento della frequenza cardiaca e problemi esacerbati alla colonna vertebrale. Anche i figli maggiorenni che vivevano con i genitori sono stati colpiti dalla perquisizione: il loro hard disk è stato sequestrato, il che ha creato difficoltà per il loro lavoro.

Anche se nessuno della famiglia di Vladimir condivide le sue idee religiose, sono tutti scoraggiati dalla persecuzione dei pacifici testimoni di Geova in Russia.

Casi di successo

Nel novembre 2020 è stato perquisito l’agente assicurativo Vladimir Dutkin. Due giorni prima, l’investigatore dell’FSB Mukhin aveva aperto un procedimento penale contro di lui in base a un articolo estremista, e si erano impegnati per iscritto a non lasciare il posto. Nel giugno 2021, Valery Yakovlev e Vladimir Chesnokov sono diventati nuovi imputati nel caso. Sono stati accusati di incontrarsi con compagni di fede in locali presi in affitto, di discutere di religione e di bere tè. Nel luglio 2021, il caso è andato in tribunale. Esami indipendenti hanno confutato le accuse e hanno scoperto che i credenti “chiedevano onestà, moderazione e pazienza nei confronti dei dissidenti”. Sei mesi dopo, il procuratore ha chiesto da 6 a 6,5 anni di carcere per i credenti. Nel febbraio 2022, il giudice ha condannato i fedeli a una multa: Vladimir Dutkin – 500 mila rubli, il resto – 400 mila rubli ciascuno. Nell’aprile 2022, questa sentenza è stata confermata dalla Corte d’Appello. Nell’agosto 2022 la Corte di Cassazione ha confermato il verdetto e la decisione dell’istanza d’appello.