Aggiornato: 19 aprile 2024
Nome: Baranov Yegor Andreyevich
Data di nascita: 21 marzo 2001
Stato attuale: Condannato
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1.1), 282.2 (2)
Tempo trascorso in prigione: 2 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 175 Giorni nel centro di detenzione preventiva
Limitazioni attuali: Sospensione condizionale della pena
Frase: pena sotto forma di 4 anni 8 mesi di reclusione, con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno e 3 mesi, la pena sotto forma di reclusione è considerata condizionale con un periodo di prova di 2 anni

Biografia

Uno dei più giovani testimoni di Geova perseguitati per la loro fede in Russia, Yegor Baranov, ha trascorso sei mesi in prigione. Per qualche tempo, il giovane è stato privato del sostegno della famiglia e degli amici: non gli sono state date visite alla madre e lettere di sostegno che gli sono arrivate da diversi paesi.

Yegor è nato nel marzo 2001 in Transbaikalia, nel villaggio urbano di Olovyannaya (regione di Chita), in una famiglia numerosa. Ha due fratelli maggiori. Suo padre è morto nel 2013.

Già all'età di 4 anni, Yegor leggeva poesie e racconti, e poco dopo si innamorò dei libri sulla natura e sugli animali. Era interessato ai dinosauri, sognava di diventare un archeologo.

Prima del procedimento penale, Yegor era uno studente del 2° anno presso la Vyazemsky Forestry - Technical School intitolata a N. V. Usenko ". Ora gli studi del giovane sono in discussione: c'è la possibilità di espulsione.

Alla fine degli anni '90, la madre di Yegor è diventata Testimone di Geova e due anni dopo sua madre l'ha raggiunta. Fin dall'infanzia, il ragazzo si interessò alle domande spirituali: Dio eliminerà tutto il male e, soprattutto, la morte? Fu particolarmente toccato dalla promessa biblica della risurrezione dei morti e dalla possibilità di rivedere suo padre in futuro. Questo lo spinse a diventare cristiano.

Nel tempo libero, Yegor suona il sintetizzatore, brucia legna, scrive poesie. Cerca di padroneggiare diversi tipi di strumenti di costruzione, poiché deve prendersi cura di una casa privata e fare riparazioni da solo. Un altro hobby è la cucina.

Quando Yegor finì in prigione, sua madre rimase sola in una casa privata senza il sostegno del figlio. Lo stesso Yegor ha problemi cardiaci e non si sa ancora come lo stress associato all'ingiustificato procedimento penale influirà sulla sua salute.

I parenti che non condividono le convinzioni religiose di Egor sono scioccati dal fatto che un giovane calmo e affabile, pronto a dare una mano in qualsiasi momento, possa essere condannato per la sua fede.

Casi di successo

Yen Sen Lee è stata vittima della repressione religiosa nel maggio 2020. La veneranda età del credente non ha impedito alle forze di sicurezza di sottoporsi a trattamenti disumani: durante la perquisizione, un anziano testimone di Geova è stato colpito allo stomaco, le sue braccia sono state storte, e poi è stato trattenuto per 13 ore nell’edificio del direttorato dell’FSB nel territorio di Khabarovsk. Lo stesso giorno è stato arrestato lo studente Yegor Baranov. Il tribunale lo ha mandato in un centro di detenzione preventiva, dove ha trascorso sei mesi. In prigione, Baranov fu privato del diritto di inviare e ricevere lettere. Il tribunale in seguito ha sequestrato l’auto di Lee. Nel gennaio 2021, il caso è andato in tribunale. Un anno dopo, Yen Sen Lee è morto di covid, non avendo mai avuto il tempo di ripristinare il suo buon nome. Nell’aprile 2022, il pubblico ministero ha chiesto 6 anni di carcere per Yegor Baranov. Nel giugno 2022, il tribunale ha condannato il credente a 5 anni di libertà vigilata, l’appello ha ridotto questo periodo a 4,5 anni.