Il caso di Komissarova a Togliatti

Casi di successo

La mattina di inizio settembre del 2023, Galina Komissarova, residente a Tolyatti, è stata svegliata da un forte bussare alla porta. Gli agenti del Comitato investigativo, che sono andati dalla donna con una perquisizione, le hanno detto che era stato aperto un procedimento penale contro di lei per aver partecipato ai servizi di culto dei testimoni di Geova. Dopo la perquisizione, Komissarova è stata portata per un interrogatorio, dopo di che le è stato tolto un accordo di riconoscimento. A causa dello stress vissuto, Galina è stata ricoverata in ospedale con una crisi ipertensiva. Nell’ottobre 2023, il caso è andato in tribunale. Il pubblico ministero ha chiesto 4 anni in una colonia penale. Il tribunale ha condannato il pensionato a 2 anni di sospensione condizionale della pena.

  • #
    7 settembre 2023 Caso avviato Art. 282.2 (2) Anziano

    L'investigatore della Direzione investigativa del Comitato investigativo per la regione di Samara, N. G. Sysoeva, prende la decisione di avviare un procedimento penale contro la 62enne Galina Komissarova "per il fatto di aver partecipato alle attività di un'associazione religiosa".

  • #
    8 settembre 2023 Ricerca Interrogatorio Accordo di riconoscimento

    Al mattino presto, quattro dipendenti del Comitato investigativo conducono una perquisizione nell'appartamento di Galina Komissarova. Quindi la donna viene interrogata presso l'ufficio locale del Comitato investigativo. L'investigatore Sysoeva si chiede se Galina conosca Aleksandr Chagan. Al credente viene dato un impegno scritto a non lasciare il luogo.

  • #
    19 settembre 2023 Art. 282.2 (2)

    L'investigatore Sysoeva accusa Galina Komissarova del fatto che "dal 1° marzo 2020 al 30 settembre 2022, date e orari più esatti non sono stati stabiliti dall'indagine, trovandosi in un luogo non identificato sul territorio della città di Tolyatti, nella regione di Samara, utilizzando misure di cospirazione, incluso l'utilizzo di un'applicazione di comunicazione video ... ha preso parte attiva sotto forma di adorazione religiosa collettiva, consistente nello studio e nella trattazione costanti della letteratura religiosa dei testimoni di Geova".

  • #
    30 ottobre 2023 Il caso è andato in tribunale

    Arbitro: Elena Laskina. Tribunale distrettuale centrale di Togliatti (via Togliatti, via Belorusskaya, 16, stanza 405). Orario: 14:15.

  • #
    18 dicembre 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Anziano

    La prima udienza del caso di Galina Komissarova. L'ingresso in aula è consentito a 5 persone. L'imputato presenta diverse mozioni, tre delle quali soddisfatte dal tribunale: per un'ulteriore conoscenza dei materiali del caso, per l'ammissione di prove della difesa, per la familiarizzazione con il protocollo. La credente spiega che vuole conoscere i materiali del caso, poiché non contengono un certo disco, a cui l'esperto fa riferimento nella sua conclusione.

    Il pubblico ministero annuncia l'accusa, la credente esprime il suo atteggiamento nei suoi confronti.

  • #
    12 gennaio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio Testimone segreto

    L'accusa sta interrogando lo specialista tecnico Y. Lazarev. Spiega che il programma Zoom è un servizio di videoconferenza, il suo utilizzo in Russia non è vietato. Concorda sul fatto che l'uso di un nome fittizio durante una videoconferenza può essere considerato una protezione dei dati personali.

    Il testimone segreto I. I. Ivanov, che ha fatto registrazioni video dei servizi divini e ha consegnato i dischi all'investigatore, viene interrogato tramite collegamento audio. Dice che a queste adunanze si udivano cantici, preghiere e discorsi biblici. In generale, descrive i testimoni di Geova come persone comprensive e Galina Komissarova come una donna premurosa e attenta. Ivanov riferisce di non aver sentito alcuna dichiarazione estremista da parte dell'imputato, compresi gli appelli a minare le fondamenta dell'ordine costituzionale, a rompere le relazioni familiari e a rifiutare l'intervento medico.

    Ivanov non è in grado di specificare quali azioni dei Testimoni di Geova considera illegali. A molte altre domande sull'opera dei testimoni di Geova, risponde: "Non sono un esperto".

  • #
    5 febbraio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio

    17 persone si recano in tribunale, 8 di loro sono autorizzate ad assistere all'udienza.

    Il testimone dell'accusa M. K. Kokhalskaya, che in precedenza aveva partecipato alle funzioni in collegamento video e le aveva filmate con la telecamera di un telefono, è stato interrogato. Dice di non aver sentito alcuna dichiarazione estremista da Galina Komissarova.

  • #
    27 febbraio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio Studi di esperti con violazioni

    Il giudice Elena Laskina legge le conclusioni degli esami approfonditi delle registrazioni video dei servizi. Uno degli autori degli esami, Kirill Kirushin, è stato interrogato. Galina Komissarova chiede all'esperto perché ha concluso che durante il servizio sono state promosse "fonti di natura estremista vietate sul territorio della Federazione Russa". Il perito risponde di aver tratto queste formulazioni dalla trama scritta dall'investigatore su appuntamento di un esame forense.

  • #
    12 marzo 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    La lettura dei materiali del caso continua: mozioni per l'ammissione di prove a difesa, tra cui un articolo sui Testimoni di Geova tratto dal libro di consultazione "Religioni della Russia" di Ekaterina Elbakyan; i risultati di uno studio sociologico sulla comunità moscovita dei testimoni di Geova "La famiglia e la Bibbia", nonché estratti dai libri degli studiosi di religione Nikolai Gordienko e Sergey Ivanenko. Il giudice accoglie la richiesta di visionare la registrazione del servizio di culto.

  • #
    2 aprile 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Anziano

    L'esperto Lenar Galiev non si presenta all'udienza. Il pubblico ministero propone di leggere le conclusioni dell'interrogatorio, ma la difesa insiste per l'interrogatorio personale di Galiyev a causa del fatto che il suo esame è alla base dell'accusa.

    L'imputata Komissarova chiede il sequestro di documenti attestanti la sua non appartenenza all'LRO di Togliatti, circa la sua situazione finanziaria e il suo stato di salute. Il giudice Elena Laskina ha accolto la mozione.

  • #
    2 maggio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Anziano

    Galina Komissarova presenta due ricorsi. Nella prima, chiede alla corte di obbligare il pubblico ministero a spiegare le circostanze da provare: "Ora i materiali del caso sono stati esaminati, i testimoni sono stati interrogati, ma non so ancora esattamente quali siano esattamente le mie parole o le mie azioni interpretate dall'accusa come estremiste. Pertanto, non posso difendermi efficacemente in tribunale, perché non capisco da cosa devo difendermi". Il giudice respinge l'istanza.

    L'imputato chiede inoltre la restituzione dei beni personali sequestrati a seguito della perquisizione: una webcam, un router Wi-Fi, un telefono, un tablet e schede flash. L'imputato spiega che l'accusa non li ha richiesti per essere esaminati durante i processi.

  • #
    30 maggio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio Studi di esperti con violazioni Anziano

    Interrogatorio in videoconferenza dello studioso religioso L. M. Galiyev. Il giudice legge le conclusioni di tre esami dal materiale del caso fatto da Galiev. L'imputata Komissarova richiama l'attenzione della corte sulla mancanza della necessaria formazione dell'esperto. Durante l'interrogatorio, Galiev spesso evita di rispondere a molte delle domande dell'imputato e non vede la differenza tra religione e persona giuridica.

    Galiev ha anche detto di non essere stato di fronte alla questione di identificare segni di estremismo tra i partecipanti al servizio, tra cui Komissarova. Tuttavia, lo menziona nel suo rapporto e ammette che stava semplicemente ripetendo le parole dell'investigatore.

  • #
    17 giugno 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Anziano Interrogatorio Pubblicazioni di studiosi religiosi

    Con il permesso del giudice, Galina Komissarova legge estratti dalle pubblicazioni di due studiosi religiosi, Nikolai Gordienko e Sergey Ivanenko, e li commenta. La credente racconta anche come la conoscenza biblica l'abbia aiutata a crescere i propri figli.

  • #
    8 luglio 2024 Dichiarazione finale Sentenza di primo grado Sospensione condizionale della pena Art. 282.2 (2) Anziano In aula

    "I motivi di tutte le mie azioni sono dettati dal desiderio di confessare la mia fede, di cercare di mostrare amore per Dio e per le persone", dice Galina Komissarova nella sua dichiarazione finale.