Il caso di Kuzhelkov e Prokhorov a Kirsanov

Casi di successo

Nel dicembre 2020, il Comitato investigativo ha aperto procedimenti penali per la loro fede contro Anton Kuzhelkov e Nikolay Prokhorov. Lo stesso giorno, le cause sono state riunite in un unico procedimento. Le forze di sicurezza hanno perquisito 19 indirizzi di testimoni di Geova a Kirsanov, come pure nel luogo di residenza effettiva di Kuzhelkov nella città di Lukhovitsy (regione di Mosca). Nikolay ha firmato un accordo di riconoscimento. Anton è stato messo in un centro di detenzione preventiva, dove è rimasto per 430 giorni, dopodiché è stato rilasciato in base al divieto di determinate azioni. Nel settembre 2021 il caso è andato in tribunale e nel dicembre 2023 un nuovo giudice ha ricominciato a esaminarlo.

  • #
    21 dicembre 2020

    Il vice capo del dipartimento investigativo del comitato investigativo della Federazione russa per la regione di Tambov, il colonnello della giustizia Mikhail Medyulyanov, avvia un procedimento penale ai sensi della parte 1 dell'articolo 282.2 del codice penale della Federazione russa contro Anton Kuzhelkov. L'inchiesta vede segni di estremismo nella "convocazione di riunioni, nell'organizzazione di discorsi religiosi e di culto... svolgere attività di predicazione" (dalla decisione di avviare un procedimento penale).

    Il capo del dipartimento investigativo interdistrettuale della Direzione investigativa del Comitato investigativo della regione di Tambov, colonnello della giustizia Askar Bupegaliev, sulla base del rapporto del detective senior del CPE del Ministero degli Affari interni V. Tsyplakov, avvia il procedimento penale n. 12002680003000030 contro Nikolai Prokhorov ai sensi della parte 1 dell'articolo 282.2 del codice penale della Federazione Russa.

    I casi contro Prokhorov e Kuzhelkov sono riuniti in un unico procedimento. Al caso viene assegnato un numero di 12002680011000017. L'inchiesta vede nel culto pacifico "minare le fondamenta dell'ordine costituzionale e ... incitamento alla discordia religiosa".

  • #
    22 dicembre 2020

    Il giudice del tribunale distrettuale Leninsky di Tambov Denis Lipatov, con la partecipazione dell'assistente procuratore senior A. Sapelkin, in una sessione a porte chiuse, soddisfa la richiesta dell'investigatore Mikhail Medyulyanov di perquisire l'indirizzo effettivo della residenza di Anton Kuzhelkov nella regione di Mosca. L'inquirente ritiene che a questo indirizzo siano presenti "strumenti di reato, oggetti, documenti e oggetti di valore che possono essere rilevanti ai fini del procedimento penale".

  • #
    24 dicembre 2020 Ricerca

    In mattinata, almeno 19 perquisizioni di fedeli hanno luogo a Kirsanov. Una delle perquisizioni avviene a casa di Anton Kuzhelkov nella città di Lukhovitsy, nella regione di Mosca. È stato portato per un interrogatorio a 350 chilometri da casa sua, al dipartimento investigativo del Comitato investigativo di Tambov. Dopo l'interrogatorio, l'investigatore per casi particolarmente importanti della Direzione Investigativa del Comitato Investigativo, il Maggiore della Giustizia Ivan Morozov, trattiene il credente.

    L'investigatore per casi particolarmente importanti della Direzione investigativa del Comitato investigativo della Federazione Russa P. Salnikov, in presenza di testimoni e di un avvocato, sequestra un telefono cellulare e un laptop con un caricabatterie a Nikolai Prokhorov. Il sequestro viene effettuato nell'ufficio all'indirizzo: Tambov, st. Karl Marx, 156. Le fotografie vengono scattate durante il sequestro.

  • #
    25 dicembre 2020

    Il giudice del tribunale distrettuale Leninsky di Tambov Denis Lipatov, colui che ha autorizzato le perquisizioni, manda Anton Kuzhelkov nel centro di detenzione preventiva per 2 mesi, fino al 20 febbraio 2021.

  • #
    29 dicembre 2020

    L'avvocato fa visita ad Anton Kuzhelkov nel centro di detenzione preventiva. Il credente cerca di mantenere un atteggiamento positivo, di non arrendersi e di non perdersi d'animo.

    Mikhail Medyulyanov attrae Nikolai Prokhorov come imputato in un procedimento penale.

  • #
    24 marzo 2021 Centro di detenzione Lettere

    Kuzhelkov ricevette lettere da 73 paesi, e alcuni di loro iniziarono la corrispondenza. Il credente ha una Bibbia. La cella divenne più calda.

  • #
    30 agosto 2021

    Anton Kuzhelkov è stato trasferito dal SIZO-1 di Tambov al SIZO No. 3 di Zeleny Gai, situato nel distretto di Michurinsky della regione di Tambov. Il credente è dietro le sbarre da 250 giorni. Sa scrivere lettere.

  • #
    7 settembre 2021

    Il caso contro Anton Kuzhelkov e Nikolai Prokhorov è sottoposto al tribunale distrettuale Kirsanovsky della regione di Tambov.

  • #
    10 settembre 2021 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il giudice Nikolai Glistin si rifiuta di rinviare il caso penale al pubblico ministero, anche se, secondo l'opinione della difesa, nel caso appaiono prove inammissibili dell'accusa, ad esempio, l'opinione dell'esperto Y. Aseeva (Aseeva, secondo la difesa, non ha una formazione specializzata, ed è la fondatrice di una delle organizzazioni religiose islamiche locali; rispondendo alle domande poste dall'investigatore, Aseeva è andata oltre le sue competenze).

    Viene sollevata la questione dell'ulteriore misura di restrizione per Anton Kuzhelkov, che si trova in carcere. Il procuratore di Stato A.A. Kostik non vede alcun motivo per mitigare la misura di restrizione. Il giudice Nikolai Glistin proroga la detenzione di Kuzhelkov per sei mesi, fino al 6 marzo 2022. Lascia anche la misura della moderazione a Nikolai Prokhorov sotto forma di un impegno scritto a non lasciare il posto.

  • #
    22 settembre 2021 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale distrettuale Kirsanovsky della regione di Tambov sta tenendo la prima udienza pubblica nel procedimento penale contro Anton Kuzhelkov e Nikolai Prokhorov.

    L'avvocato di Kuzhelkov chiede che a lui e al suo cliente venga data l'opportunità di familiarizzare con i materiali del caso e che l'udienza venga rinviata. Il giudice accoglie la richiesta.

    Il pubblico ministero annuncia le accuse, dopodiché Anton Kuzhelkov e Nikolai Prokhorov esprimono il loro atteggiamento nei confronti delle accuse contro di loro. I credenti non ammettono la colpa, richiamando l'attenzione della corte sul fatto che hanno il diritto di professare la religione dei testimoni di Geova, come garantito dall'articolo 28 della Costituzione. Inoltre, sottolineano che la loro posizione è in linea con la posizione ufficiale della Federazione Russa su questo tema.

    Anton Kuzhelkov nel suo discorso richiama l'attenzione sul fatto che nell'atto d'accusa di 31 pagine il suo nome è menzionato solo 1 volta, e il nome di Dio 168 volte, in relazione al quale ha una domanda: "E chi viene giudicato, io o Dio, in cui credo?".

  • #
    20 ottobre 2021 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    La difesa presenta una mozione per allegare alcuni documenti: la sentenza d'appello della Corte Suprema della Federazione Russa sul ricorso amministrativo del Ministero della Giustizia contro la RO UC SI in Russia, il commento della Federazione Russa al rapporto della Commissione europea contro il razzismo e l'intolleranza e il parere del gruppo di lavoro sulla detenzione arbitraria nel caso Mikhailov. L'organo giurisdizionale accoglie la richiesta.

    Sei testimoni sono stati interrogati. Tre di essi si avvalgono dell'articolo 51 della Costituzione.

  • #
    11 novembre 2021 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    I testimoni dell'accusa sono stati interrogati. Uno di loro si rifiuta di testimoniare. Il pubblico ministero chiede quindi che venga letta la sua testimonianza. La difesa si oppone e il tribunale rifiuta il pubblico ministero.

    Un altro testimone, il capo di Nikolai Prokhorov, gli ha dato una caratterizzazione positiva. Egli fa notare che nei dieci anni in cui lavorò insieme parlò spesso e volentieri della Bibbia con l'accusato di sua iniziativa, e che Nicola non lo turbò mai.

  • #
    23 novembre 2021 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale interroga Nikolai Aparshev, un dipendente dell'FSB russo nella regione di Tambov. Non è in grado di dire che tipo di attività Kuzhelkov rappresentasse un pericolo per la Russia. Allo stesso tempo, afferma che tenere servizi di culto, rifiutare le trasfusioni di sangue e il servizio militare sono azioni estremiste. Tuttavia, dopo una domanda chiarificatrice da parte dell'avvocato, Aparshev ammette il suo errore.

    Inoltre, questo ufficiale dell'FSB afferma che gli screenshot sono stati registrati sul computer del credente a intervalli di 10 secondi. Aparshev sostiene che essi descrivono fatti di attività estremiste. Ma non è in grado di indicare segni di estremismo in questi screenshot o spiegare come essi confermino la continuazione delle attività dell'LRO.

  • #
    8 dicembre 2021 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale interroga l'ufficiale dell'FSB Tsyplakov. Secondo lui, l'ORM contro Prokhorov è stato portato avanti perché è stato un Testimone di Geova per molto tempo. Un'altra ragione è che nei video forniti da un informatore segreto dell'FSB, Nikolai Prokhorov canta canzoni dal sito web dei Testimoni di Geova.

    Allo stesso tempo, osserva che durante le funzioni "nessuno è rimasto ferito... Non c'era nulla di pericoloso per la vita".

  • #
    2 febbraio 2022

    La nona udienza del caso è già in corso. Per sostenere i credenti, 10 persone vengono all'incontro, ma solo la moglie di Anton Kuzhelkov può entrare nella sala.

    Durante l'udienza vengono interrogati i testimoni dell'accusa, tra cui il sacerdote della Chiesa ortodossa russa Shcherbakov, che è stato coinvolto nel caso come esperto (racconta la storia della religione dei Testimoni di Geova e spiega che la forma di questo nome è nella traduzione sinodale della Bibbia). Vengono rese note le testimonianze di coloro che non si sono presentati e vengono esaminati anche i materiali del caso.

  • #
    1 marzo 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Un'altra udienza è in corso nel caso di due credenti. Il tribunale viene a conoscenza delle prove materiali, vengono ascoltate le registrazioni audio.

    Il giudice Nikolai Glistin cambia la misura di reclusione per Anton Kuzhelkov. È stato rilasciato dal centro di detenzione preventiva lo stesso giorno. In totale, il credente ha trascorso 430 giorni in custodia.

  • #
    21 marzo 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale prende in considerazione le prove materiali: le registrazioni video dei servizi di culto.

  • #
    23 marzo 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale regionale di Tambov esamina la denuncia del pubblico ministero sull'attenuazione della misura preventiva per Anton Kuzhelkov e la respinge. Al credente rimane proibito di compiere certe azioni.

  • #
    31 marzo 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale distrettuale di Kirsanovsky sospende l'esame del caso in relazione alla grave malattia di Nikolai Prokhorov. Le udienze proseguiranno dopo la sua guarigione.

  • #
    21 giugno 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale sta interrogando un noto studioso di religione, dottore in filosofia, consigliere di Stato della Federazione Russa S. I. Ivanenko, il quale spiega che l'attività spirituale individuale dei testimoni di Geova si svolge secondo il modello lasciato dai cristiani del I secolo. La congregazione, secondo Ivanenko, è un gruppo religioso, non un LRO.

    Vengono interrogati 2 testimoni della difesa, che danno a Kuzhelkov caratteristiche positive.

  • #
    30 giugno 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    L'accusa chiede la nomina di un esame linguistico, psicologico e religioso completo. La difesa chiede che l'udienza sia aggiornata per preparare le sue domande.

  • #
    9 agosto 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    La difesa si oppone alla nomina di un esame psicologico, linguistico e religioso completo, che era stato precedentemente richiesto dall'accusa. Il tribunale respinge l'obiezione, ma soddisfa la richiesta della difesa di includere i suoi problemi nell'elenco generale e nominare un esame presso il Centro federale per l'esame forense. Il tribunale consente inoltre ad Anton Kuzhelnikov di essere presente durante l'interrogatorio.

  • #
    15 dicembre 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale respinge la petizione del capo del Centro federale russo per le perizie forensi del Ministero della Giustizia di coinvolgere nel processo l'esperta religiosa Ekaterina Elbakyan. Lo giustifica con il fatto che Elbakyan lavora presso l'Accademia Russa dell'Educazione, e non presso la RFTSSE.

    Il tribunale soddisfa la richiesta del procuratore di Stato per la nomina di un esame presso l'organizzazione autonoma senza scopo di lucro "Centro regionale Kirov per la ricerca e la competenza dell'Università statale di Vyatka".

    Per sostenere i credenti, 15 persone venute da Tambov sono venute all'udienza.

  • #
    28 dicembre 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il caso inizia ad essere esaminato da un nuovo giudice: Elena Shubakina.

    Anton Kuzhelkov rifiuta il suo avvocato. L'organo giurisdizionale accoglie l'istanza e aggiorna l'udienza.

  • #
    24 gennaio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio

    Il pubblico ministero legge l'atto d'accusa. Gli imputati Kuzhelkov e Prokhorov esprimono il loro atteggiamento nei confronti dell'accusa, affermando di non essere d'accordo con lui.

    Inizia l'interrogatorio dei testimoni dell'accusa, tra cui l'alto commissario del Ministero degli Affari Interni D. Kursky, l'ex commissario senior S. Sablin, l'impiegato del Servizio di sicurezza federale della Russia nella regione di Tambov N. V. Aparshin, il capo del dipartimento di sicurezza economica Tsyplakov (che ha lavorato presso il Centro per la lotta all'estremismo durante l'ORM), nonché l'alto ufficiale di polizia distrettuale Sergey Kuznetsov. Saranno lette le deposizioni di più testimoni.

  • #
    28 febbraio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio

    Più di 20 persone vengono a sostenere il credente. L'accusa sta interrogando una studiosa religiosa, professoressa associata del Dipartimento di Storia e Filosofia dell'Università Statale di Tambov, Yana Chernova. Parla dei testimoni di Geova e richiama l'attenzione della corte sul fatto che le loro credenze si basano sulla Bibbia.

  • #
    11 marzo 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio

    Un testimone dell'accusa è stato interrogato. Dice di aver comunicato con i credenti più di 5 anni fa. Si scopre che è stato interrogato insieme a sua moglie, la loro testimonianza è assolutamente identica.

  • #
    18 marzo 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio

    La difesa richiama l'attenzione della corte sul fatto che nessuno dei documenti presentati dall'accusa contiene prove di attività illegali dei credenti. Tali materiali risalgono al 2017 o non hanno alcuna data, e pertanto è impossibile stabilire in che modo si riferiscano al caso di specie. Tutti confermano solo che gli imputati appartengono alla religione dei testimoni di Geova, che comunque non nascondono.

    Inoltre, la difesa ricorda che la decisione della Corte Suprema della Federazione Russa ha liquidato le persone giuridiche, tra le quali non è elencata l'assemblea dei credenti in Kirsanov. Inoltre, la decisione della Corte Suprema afferma che i gruppi religiosi, come la congregazione di Kirsanov, non sono stati affatto liquidati. Di conseguenza, le attività di questi gruppi sono assolutamente legittime.

  • #
    10 aprile 2024 — 24 maggio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Su richiesta del pubblico ministero, le udienze si svolgono a porte chiuse.